Sempre e Comunque!

Negatività: Ecco Come comportarsi con le Persone Negative!






ASPETTA. Iscriviti e ricevi subito in regalo…

Ancora per poco tempo, gratuitamente per te, la prima storica conferenza live in diretta su
“Eft & Abbondanza” con oltre 60 partecipanti in diretta e piu’ di 384 persone in differita!

persone negativeCiao amici e amiche!
Oggi parliamo di… negatività :)
In particolare vedremo come comportarci quando abbiamo a che fare con persone negative intorno a noi in modo da non farci condizionare o “limitare” da loro.
Inizio subito con un’affermazione importante:

Più stiamo a contatto con persone negative senza “protezione” e più ci “autolimitiamo” inconsciamente.

Perchè??!
Perchè “subire” atteggiamenti negativi e frasi poco piacevoli quotidianatamente provoca un’istallazione di alcuni di questi comportamenti dentro di noi, in questo modo ci arrivano limiti, barriere, le quali potrebbero impedirci di svolgere, magari, un’azione vincente nel futuro.

Persone Negative – Primo Passo

NON Frequentarle il più possibile, lasciarle fuori dalla propria vita, circondarsi la maggior parte del tempo di persone positive, allegre, ottimiste, solari… l’ambiente può condizionare le persone quindi è meglio cercare di farsi condizionare in meglio!

Persone Negative – Secondo Passo

Riguarda le persone (come me) che non hanno la possibilità attuale di stare lontano da queste persone cariche di negatività (può essere un genitore, un collega di lavoro, qualche persone con cui stai collaborando per un progetto in comune, ecc…).

Probabilmente infatti avrete incontrato nella vostra vita una qualche persona che continuava a dire “che schifo di qua, c’è troppo di là, c’è scarsità qua” e lamentele lamentele lamentale…
Bene, anche qui esiste il rimedio, qui NON bisogna farsi condizionare, bisogna mettere su la barriera al proprio cervello.

Io personalmente faccio così:

  • La persona mi parla, io la ascolto ma non credo a nulla di quello che mi dice, dice che il mondo fa schifo (e perchè? Per me è bellissimo), dice che non posso fare quello perchè non ho abbastanbza soldi (e chi lo dice scusa? I soldi mi arrivano quando è il momento migliore per me), dice di non uscire a quell’ora e di stare a casa mia (di nuovo, perchè? la vita è la mia non la sua) ecc…

Come vedete per qualsiasi affermazione esiste il lato opposto, non esiste nulla di assoluto, o meglio assoluto per tutti ma solo per chi lo dice o lo condivide e cosa ancora più importante…

Tutto quello che dicono queste persone negative (tutte le persone) è dettato dalle LORO CONVINZIONI, io ho le mie e tu le tue, se abbiamo qualche convinzione in comune probabilmente su quell’argomento andiamo d’accordo, il potere delle convinzioni è talmente potente da fare qualsiasi cosa, pensa che se tu credi di poter scalare una montagna di 5000 m e nessun’altro ci crede, ti diranno “te sei pazzo, non ce la fari mai, vai a morire” invece se la tua convinzione è fortissima provando e riprovando ci riuscirai e dopo di te altre persone probabilmente inizieranno a riuscirci….

in questo modo la convinzione comune di è impossibile si trasformerà in è possibile!!

Provate a non credere a quello che dicono le persone, (sia persone negative che non) o meglio a verificare voi, a fare la vostra esperienza di quello che vi dice (se volete), rimanete con un atteggimento mentale staccato (staccato non vuol dire necessariamente insensibile o di pietra, assolutamente), in questo modo se la persona ha qualche problema che vuole risolvere la riuscirete ad aiutare veramente e voi rimarrete nello stato di benessere in cui eravate prima di avere quel colloquio con la persona negativa.

NB. Il potere delle convinzioni è forse il potere governante della vita…., prova a rifletterci!

Se desideri realmente riprendere il controllo della tua vita e renderti immune alla negatività ed alle persone negative della tua vita,  clicca qui sotto:

negatività

Immunità alla Persone Negative – Clicca qui!

Voglio conoscere assolutamente la tua opinione riguardo quest’argomento, lasciami un commento e partecipa alla discussione qui sotto, grazie mille!

Comments

47 commenti

  1. lady's Gravatar lady
    11 agosto 2010    

    Ciao, io ho a che fare con una persona del genere, io ho un bar ed è un cliente Fisso, viene la mattina e va via alla chiusura serale, ma qui non si tratta solo che è negativo Si sente propio Totò Riina… e aggressivo,a sempre raggione lui, impone a tutti tutto,a me mi cerca sempre una scintilla per litigare( io ho 26 anni e sono una ragazza molto calma ,ma quando mi prende non ci vedo più) lui ne ha un 45.. pochi giorni fà ha fatto una cosa bruttissima , io sono diventata un diavolo , e sucesso l’nfermo mi ha messo contro i miei Genitori(lavoriamo in famiglia) I miei suoceri per poco pure, mi ha detto un sacco di parole Brutte davanti a un sacco di clienti,io ho reagito pesante, ora sono passati giorni ma io porto un odio dentro per lui che non sò spiegare, perche lui e in pace ora con tuttti a chiarito con tutti MENTENDO SUL FATTO ACCADUTO E DANDMI DELLA BUGIARDA A ME.. ora lui e realizzato che tuttti sono contro di me, e mi viene al bar fischiando ridendo facendo lo spavaldo..io giuro che lo odioo ,non socome comportarmi .. u consiglio?

  2. 11 agosto 2010    

    Ciao…. Miriam?! :) (immagino)
    Capisco bene la tua situazione (ho un parente mooolto stretto che mi fa incazzare di brutto a volte)
    Ti dico cosa farei io.
    EFT :) (se mi segui da un po’ sai già come procedere), poi
    hoponopono (serve per il perdono) e poi
    indagherei su me stesso con domande del tipo: “perchè mi fa così incazzare?, chi è lui per mettermi in questo stato di odio?, merita il mio interesse verso di lui?” ecc…
    Per concludere metterei il focus su cosa c’è di bello nel mio lavoro, nel mio bar, in tutte le altre persone con cui sto bene… cioè mi focalizzo sul bello e non su lui…

    Vedrai che in questo modo la tua rabbia diminuisce sicuramente!! :)
    Fammi sapere
    Manuel

  3. lady's Gravatar lady
    12 agosto 2010    

    S ci sto provando a concentrarmi su altro ma nn sù lui..e che vedendolo minutamente non è facile davvero… ma ci riusciro anchè perchè sono molto credente,e leggere la bibbia mi aiuta a capire come comportarsi in certe circostanze…Comunque grazie del consiglio lo prendo in considerazione più affondo ancora :-)

  4. 13 agosto 2010    

    E’ un Piacere! :)

  5. lady's Gravatar lady
    14 agosto 2010    

    Grazie per la email che mi ha inviato , ma sto riuscendo con il uo primo consiglio ad avere sucesso.. infatti ormai lo ignoro totalmente…. Grazie

  6. 19 settembre 2010    

    non ti curar di loro ma guarda e passa!!
    non vorrai mica rovinarti la vita per una ‘mmerda simile forse??!
    quelle persone puzzano!! digli di andarsi a lavare!

  7. mary's Gravatar mary
    31 dicembre 2011    

    ciao. in famiglia è entrata 1 nuova cognata sarebbe la seconda moglie di mio fratello.ha un carattere maleducato e non rispetta nessuno della nostra famiglia nemmeno mia madre e per lo più ti porta a casa tua le sue regole e le sue idee quindi alla fine passiamo sempre noi che non la accettiamo mi puoi spiegare che comportamento adottare e perche dobbiamo essere trattati sempre senza rispetto a casa nostra???grazie attendo risposta

  8. 31 dicembre 2011    

    Ciao Mary.
    Agisci nel seguento modo.
    1) riunisci tutte le persone a cui non va a genio questo comportamento
    2) faglielo presente a tuo fratello e senti cosa ti dice lui (spiega che non sei solo tu ma anche “elenco persone”)
    3) 2 opzioni:
    - se a lui non interessa cercare di cambiare la situazione> fai presente alla cognata che a casa tua volete un certo tipo di comportamento (se lei si rifiuta allora digli che non la volete vedere in casa vostra per un po’, diglielo anche quando c’è tuo fratello così capisce che ti stai comportando bene)
    - se a lui interessa cambiare inizialmente digli di parlare con sua moglie e trovare una soluzione…
    ====
    Dopo agisci di conseguenza … :)

    Buon anno!

    Spero di averti aiutato

    Manuel

  9. mary's Gravatar mary
    31 dicembre 2011    

    grazie Manuel per avermi risposto ,ti farò sapere i risultati. grazie BUON ANNO mary

  10. 31 dicembre 2011    

    un piacere!
    Felice anno nuovo mary!!

  11. Maria's Gravatar Maria
    22 aprile 2012    

    Grazie Manuel per i consigli sulle persone negative.
    Io lavoro con una persona che è nello stesso tempo negativa, invidiosa, prepotente, fa la vittima sempre, cattiva, insomma una persona veramente brutta. E vuole che la consideri mia amica perche’ mi ha concesso un po’ di attenzione. Si arrabbia per un nonnulla e mi ha schiavizzato in quanto ho un carattere dolce. Ora non ne posso piu’ di tenerla a bada sottomettendomi e ho solo paura dei suoi “anatemi”. Come posso fare per uscire da questo rapporto di falsa amicizia?

  12. 23 aprile 2012    

    Ciao Maria!
    Io ho un metodo infallibile, per me, per uscire da un rapporto di amicizia che non ti piace…
    Molto semplice…

    Senti di meno questa persona, cercala di meno, rispondigli di meno… vedrai che con il tempo anche lei si stuferà di cercarti (magari si incazzerà all’inizio) e con il tempo avrai nuove amicizie…
    Funzionante e testato!

  13. Maria's Gravatar Maria
    23 aprile 2012    

    Grazie Manuel. Spero tanto di riuscirci in quanto questa persona mi condiziona tanto in negativo la vita.

  14. concetta's Gravatar concetta
    30 maggio 2012    

    ciao sono concetta, io vivo oramai da dieci anni con una persona che è molto negativa nei miei confronti,ho 47 anni e secondo lui non sono capace a far niente. Prima ero una persona solare, ho sempre saputo far tutto soprattutto in casa ,ho cresciuto due figli da sola e pure lui fino a questo momento è riuscito a farmi sentire davvero incapace, ma ora ho detto basta solo però voglio e se puoi aiutami a non mollare propio ora.Oltretutto vorrei aiutare anche lui perchè secondo me ne ha bisogno

  15. 11 giugno 2012    

    Ciao Concetta!
    Ti capisco benissimo, forse ti daro’ un consiglio non proprio giusto ma è quello che mi sento di darti in base alla mia esperienza.
    Anch’io ho vissuto per oltre 10 anni con una persona supr negativa… fino al 2010 quando me ne sono andato via, vedendolo ogni tanto, non tutti i giorni e non per tutto il giorno, sono riuscito ad essere più propositivo e mi sono tolto alcune soddisfazioni…

    Quindi il mio consiglio è: non serve che arrivi al mio punto, anche se devi stare più tempo con persone positive che ti fanno stare bene… cioè se ora stai 100% con negativo e 0% con positivo inizia gradualmente con 90% e 10% e via così fino a 50 e 50.
    Vedi se inizi a stare meglio, magari vedendo questo tuo cambiamento anche lui inizia a cambiare e potete proseguire con la stessa lunghezza d’onda…

  16. 20 giugno 2012    

    salve sono silvia io ho mia cognata la sorella del mio compagno che e’ smepre stata falsa gelosa e cattiva sia con me che con il fratello pero’ con lui quando gli serve lo cerca in modo dolce e a me mi tratta come un estranea a volte nn mi fa sapere niente di cio che dice la fratello nn sapendo che comunque lui mi dice tutto ….prima mi cercava per i suoi interessi per fargli qualche favore ma comunque la falsita e la cattiveria fa parte proprio del suo carattere nn so piu come devo fare per nn farm condizionare dai sui comportamenti che mi portano a litigare con il fratello perche’ facendo e dicendo cose che nn mi piacciono io parlo parlo e lui si stufa che devo fare per evitarla anche se nn posso in certe situazioni …..

  17. 20 giugno 2012    

    Ciao Silvia!
    La soluzione definitiva è sempre il distacco, inutile girarci intorno.
    Poi questo può avere varie forme.
    Alcune soluzioni, se puoi…
    1. vedi solo il tuo compagno e non la sorella.
    2. quando vedi lei evita di parlargli.
    3. dimostrati gentile e con il sorriso, così facendo dopo un po’ lei puo’ anche stufarsi di farti arrabbiare.
    4. Cambiate casa e andate più distante da lei.
    5. La soluzione più drastica… (dire alui: o cambia la situazione con tua sorella o io non ci riesco più ed è meglio prendersi una pausa…) – usala come ultimissima spiaggia questa

  18. fabi's Gravatar fabi
    20 ottobre 2012    

    bgiorno anche io ho un amica che pur volendo molto bene,ho capito che e’una persona negativa,perche ogni volta che gli racconto qualcosa e mi e vicina tutto mi va male,finche nn gli dico niente va bene poi arriva il terremoto cambia tutto,tutto va male….ora e un periodo che me ne succedono di tutti i colori…..anche la morte di mio fratello in un incidente…..io vorrei sapere cm fare..magari nn raccontargli piu niente e stare un po lontano da lei..nn voglio essere cattiva ma porta negativita questa persona

  19. 8 novembre 2012    

    Ciao Fabi, situazione difficile la tua.
    Quello che posso consigliarti io è solo una cosa:
    cosa ti dice il cuore VERSO TE STESSA?

    rispondi alla domanda e vai avanti per la tua strada…

    Devi vedere il meglio per te, se stando con lei anche se le vuoi bene stai più male che bene allontanati un po’…

  20. 20 dicembre 2012    

    salve mi sono lasciata per due gironi con il mio ragazzo sempre per problemi della sorella che si comporta male con me e con il fratello…..chiacchiera di male di noi con i parenti si inventa le cose….lui e’ tornato per due giorni in casa da lei…..e lei mi disse cose assurde inventate che nn erano vere per mettermi in cattiva luce e per riprendersi il fratello in casa ma perche’ nn si rende conto di far del male al fratello e a me….perche tutta sta cattiveria nn so come prenderla in 12 anni ne ho provate tante ma che ha nn capisco……

  21. 20 dicembre 2012    

    adesso siamo tornati insieme alla casa dove abitavamo e lei sembra rosicare…..ma lui lo cerca e lo chiama e a me no perche per telefono gli dissi che saremmo tornati insieme e si e’ visto sentito dalle parole che rosicava mi ha trattato malissimo perche’ nn voleva che tornassimo insieme…ma se vuole bene al fratello perche poi ne parla male e si inventa le cose …..allora nn e’ bene ….solo perche ora e’ rimasta sola in casa vorrebbe lui li con lei……a fargli compagnia nn accetta il fato che se ne e’ andato da quella casa per fare la sua vita ma ha pure 40 anni e lei 42 quando decidera’ anche lei di farsi la sua vita eppure vista l’eta’ nn e’ una ragazzina come fa a trattare il fratello come un bimbo e come se fosse sua proprieta’…boh mai vista una eprsona del genere

  22. 18 aprile 2013    

    Ciao Silvia.

    Il mio consiglio che ti posso dare di getto è:

    cerca di stare il più lontano possibile da queste persone, ti “rubano” energia,
    quindi, dato che tu stai con lui pensa solo a lui e vedi se lui fa qualche azione
    per aiutarti a superare la situazione… valuta l’insieme!

    Manuel

  23. Fran's Gravatar Fran
    22 agosto 2013    

    Molto interessante caro Manuel, è un piacere leggere i tuoi commenti perché regali energia.
    Complimenti per la tua empatia e la tua intelligenza!

  24. 22 agosto 2013    

    Grazie mille Francesca!

    Cerco sempre di fare del mio meglio :)

  25. roberta's Gravatar roberta
    26 agosto 2013    

    Ciao! Ho letto la storia di Silvia e i consigli che confermo, sono validissimi.
    La mia situazione è pressochè identica….lei 37 vive a casa con la mamma con il fidanzato lontano…che dire? E’ di una cattiveria e maleducazione unica, mai vista una roba del genere. Per 5 anni ho provato ad instaurare un rapporto, essendo presente ed aiutandola materialmente nei momenti di bisogno. Risultato? Secondo lei siamo incompatibili, mi accusa di cose inventate e sparla di me con il mio compagno.
    L’unica differenza è che il mio compagno è dalla mia parte, ma ha letteralmente paura ad affrontarla….
    Un bel giorno, dopo l’ennesima cattiveria ho preso la decisione: basta.
    Da allora non rispondo al telefono (lei chiama sul mio numero, ma x parlare con il fratello) e mi limito a dire a lui di richiamarla. Non la vedo più e quando la vedo è trasparente ai miei occhi. Declino ogni invito, tranne quelli in cui si è in tanti. Insomma…..allontanate da me.
    Funziona al 100%!!!! Lui la vede e la sente, ma con me l’argomento non salta fuori…sono cose loro e non le voglio sapere.
    La rabbia si è trasformata in rancore……perchè se guardo indietro mi rendo conto di essere stata buona al limite della stupidità e perchè non sono mai stata trattata così. Ma so che svanirà anche quello….
    Adesso aspettiamo un bimbo. Lei è molto infastidita da questo (lei è più grande di me e nella sua testa aveva tipo la precedenza….mah….) ma questa cosa la so solo perchè il mio compagno si è detto deluso dal comportamento di lei, altrimenti non lo avrei nemmeno saputo! :-)
    A tutte consiglio….ascoltate i consigli:-) allontanate queste persone da voi, e ogni giorno andrà meglio!!!!

  26. 26 agosto 2013    

    Ciao Roberta!
    Grazie per la tua condivisione, ci hai arricchito con un’esperienza unica!

    Grazie a tutti i commentatori :)

    Manuel

  27. Amelia's Gravatar Amelia
    2 settembre 2013    

    Ciao a Tutti! Leggendo i vostri commenti vi ringrazio molto perchè mi avete confermato che sto seguendo la via giusta: ignorare gli invidiosi! io ho questo problema con una vecchia amica d’infanzia (se così si può chiamare). Purtroppo non so come comportarmi perchè abitando vicine in un piccolo paese non ci si può evitare. Tutto parte dai tempi dell’asilo quando io ero timida e lei mi faceva del bullismo mettendomi contro le altre compagne o andava a vantarsi da mia madre dicendo di avere preso ottimo così mia mamma mi metteva in castigo perchè io avevo preso meno – a 13/14 anni poi divenne amica del mio primo morosino e lo convinse a lasciarmi; poi scoprii che dopo mesi lei aveva tentato di baciarselo dicendo di esserne innamorata – da adolescenti quando magari affermavo che un ragazzo mi piaceva lei cercava di portarselo a letto. Questi sono solo alcuni degli esempi. Sicuramente questo suo comportamento di prevaricazione deriva da un’insicurezza interiore ( purtroppo ha perso sia il padre che un fratello molto presto). Io comunque sono stanca di perdonarla perchè la vita non le ha sorriso in questo senso (chi non ha problemi?)o cercando di guardare i suoi pregi (è generosa,e allegra) o perchè abitiamo in un paese piccolo dove non si può evitarsi. Quando parla di qualche amica ne parla sempre male (ovviamente lo fa anche di me quando non ci sono), oppure deve sempre vantarsi che lei ha fatto questo o è andata in un posto esclusivo (deve sempre fare la persona che è ad un livello più alto quando invece si rende ridicola). Un altro motivo per cui mi invidia è che da un paio d’anni vivo in una bella città italiana (dove frequentai l’università) dove c è molta vita e divertimento per i giovani e lei si rende ridicola dicendo ad altri davanti di me “lei viene da Rimini” come se a qualcuno fregasse qualcosa e io mi sento in imbarazzo. Vivendo distante ero riuscita a non vederla per un anno… ma in questi giorni ha saputo che sono salita in ferie e mi manda messaggi per vederci… io non ho risposto.. devo continuare su questa strada e ignorarla? cosa mi consigliate? Pure sua madre ha incontrato la mia e le ha detto che dobbiamo vederci :(
    grazie

  28. 3 settembre 2013    

    Ciao Amelia!

    A volte per prendere decisioni dove abbiamo dei dubbi un buon metodo è: staccare da tutto e seguire l’istinto.

    Togliendo quello che potrei dirti io come prova a vedere a distanza di un anno se è cambiata un po’ andando
    a quella cena.

    Ti chiedo: cosa senti a livello di cuore?
    Segui l’istinto… vedrai che farai la scelta migliore per te nel lungo periodo :)

    Un barraccio e fammi sapere

    Manuel

    PS: l’altro tuo commento era praticamente uguale, quindi per evitare doppioni ho pubblicato questo

  29. Giulio's Gravatar Giulio
    12 settembre 2013    

    Ciao a tutti! Ho visto i preziosissimi consigli, e non ho resistito a chiedere un aiuto anch’io, visto che mi trovo in una situazione delicata.
    C’è una persona con la quale ho frequentato l’università, una persona che sembrava gentile e con la quale ho instaurato un buon rapporto. A un certo punto, quando è finita l’università, mi sono iscritto ad un altro ateneo (in una città differente, Milano). Nel frattempo ho fatto un torto a questa persona, indirettamente, comunque ho iniziato a scusarmi e a fargli diversi favori per farmi scusare. Questa persona non mi ha MAI detto grazie di nulla, ha iniziato a sfruttarmi come poteva. Ci siamo trovati a discutere della situazione, e alla fine quando ci siamo alzati ha persino preteso che io pagassi il conto! Io l’ho fatto ma gli ho fatto notare che il suo atteggiamento non mi è piaciuto per nulla…ora ho scoperto che questa persona si è iscritta non solo nello stesso ateneo dove sono andato io, ma anche allo stesso corso!! Il problema è che continua a trattarmi gentilmente e le sue pretese sono velate, in modo che non possa trovare un qualche appiglio per giustificate una mia reazione!! Ora mi ha persino invitato alla sua laurea, dove io parteciperò ma senza andare alla festa, infatti non ho alcuna intenzione di dover fare dei regali per non sentirmi neanche dire grazie!! La mia paura ora è che questa persona mi stia sempre incollata nella nuova città, visto che saremo pochi in quel corso, rendendo le nuove amicizie “in comune” e condividerle con questa persona che vorrei escludere dalla mia vita, visto il suo opportunismo e la sua falsità!
    Inoltre prima che succedessero questi problemi gli ho promesso che saremmo andati in palestra insiemei…nel frattempo ovviamente questa vecchia “promessa” ha perso valore dal mio punto di vista, ma per lui a quanto pare lo vuole ancora, come potrei fare? Vorrei ignorare la persona ma in un ambiente così stretto ho paura di creare problemi….son disperato…volevo cambiare citta per ricominciare, in realta parto gia con l’unica persona con la quale ho problrmi!!! aiutatemi, sono distrutto e non so come comportarmi…

  30. 16 settembre 2013    

    Ciao Giulio!

    1. Devi lavorare su te stesso riguardo questa situazione. Inizia a porti domande “perchè ho paura? qual’è la cosa peggiore che mi può capitare? Come posso fare per uscirne al meglio?” ecc ecc… (l’ultima ti serve per iniziare a far lavorare il cervello su pensieri che aiutano, non che uccidono)

    2. Sincerità! Digli con tatto quello che pensi (in questo modo all’inizio sarà un casino e rischi di stare anche dei mesi da cani, ma a lungo andare sarà meglio, vedrai…)

    3. In alternativa incominci a non rispondergli più, non ti fai più sentire e dovrebbe allontanarsi dalla tua vita piano piano… (a me è successo così!)

    Della palestra spiegagli la situazione!

    E poi, se non vuole capire, cambia palestra per 1 mese senza dirgli qual’è… ma prima mi raccomando spiegagli tutto.

    Se qualcuno ha altri suggerimenti scrivete pure,

    Giulio, fai sapere a tutti noi come va :)

  31. Amelia's Gravatar Amelia
    19 settembre 2013    

    Ciao a tutti.
    ho incontrato quell’amica e… purtroppo non è cambiata per nulla! l’uniche cose che le interessavano sapere erano se lavoravo ancora, che contratto mi avevano fatto, che sarebbe andata a Fuerteventura (lo stesso posto dove andai io eheh), che si era presa un’auto nuova e che si era informata e la mia chevrolet Spark NON è una buona macchina e va male (ahah sempre criticare le cose mie). Poi sua madre (e qui si capisce da chi ha preso) mi ha detto esplicitamente che il mio settore è in crisi quindi nel mio lavoro non durerò (ah grazie!ma scusa ad una persona che non vedi da un anno invece di incoraggiarla e dirgli dai vedrai che andrà bene… le butti addosso palate di letame??) … insomma a quella cena anche se ho fatto a finta di nulla e ho cercato di essere normale, dentro non vedevo l’ora di andarmene, mi sembrava di essere a casa di un demonio che mi voleva solo del male e che voleva sapere i fatti miei solo per criticarmi o per sperare che le cose mi andassero male… brutta roba l’invidia!!
    Quindi anche a Giulio io personalmente do questo consiglio:
    se questo ragazzo ti critica e poi ti copia e sceglie il tuo stesso corso stagli distante per quanto ti sia possibile o cmq non raccontargli più i fatti tuoi e rimani sul vago!! l’invidia purtroppo è subdola e agisce di nascosto non direttamente quindi questa persona potrebbe anche attaccarsi come una cozza a te a Milano o parlare male di te con i nuovi compagni… l’unica soluzione è fare l’indifferente, cioè l’amico fino lì, senza dirgli i fatti tuoi, pian piano fatti amicizie nuove nel corso ma non parlare male di questa persona altrimenti le cose potrebbero ritorcersi contro di te e potresti passare tu per antipatico: lascia che siano gli altri a giudicarlo per quello che è… prima o poi le persone si dimostrano per quello che sono realmente!
    infatti io ho scoperto che questa mia “amica” non ha più amici nel mio paese ed esce solo con amici del suo ragazzo.. un motivo ci sarà!!
    sinceramente io un’amica così non la voglio più… quindi le starò ben distante e saprà il meno possibile di me… voglio circondarmi solo di persone che vogliono il mio bene e che se ho bisogno ci sono senza tornaconti!!
    purtroppo sarò pure una vigliacca ma non credo che la sincerità in questi casi giovi anche perchè può allontanare anche altre persone (nel mio caso vicini di casa, nel caso di giulio i nuovi compagni di corso)… magari se in un futuro non riuscirò a togliermela di dosso le dirò solamente senza tante spiegazioni “guarda ho capito che caratterialmente siamo incompatibili” e basta!
    voi cosa ne pensate? ciao e buone cose :)

  32. Giulio's Gravatar Giulio
    19 settembre 2013    

    Grazie della risposta e dei preziosi consigli,
    probabilmente proverò ad attuare il metodo del non farmi più sentire, o meglio, di ignorare (per quanto possibile, visto che saremo da mattina a sera nello stesso luogo!).

    Sicuramente vi farò sapere,
    a presto!

  33. 19 settembre 2013    

    @Giulio Facci sapere!

    @Amelia. Brava, l’ambiente circostante è veramente importante per raggiungere tutto nella vita, quindi cercate sempre di condividere esperienze solo con persone a cui volete bene e che vi aiutano a tirare il meglio di voi stessi! :)

    Tra poco uscirà una nuova risorsa sulla negativà date le vostre numerose richieste, una sorta di salvagente

    PS: Amelia, se ti interessa un ambiente con persone positive e sei disposta ad impegnarti ho la soluzione perfetta per te!! Contattami dal modulo nei contatti o via email :) (se vuoi possiamo parlare anche a voce)

  34. Giulio's Gravatar Giulio
    2 ottobre 2013    

    @Amelia la tua analisi è stata precisissima! Ti ringrazio dei consigli utili!

    Torno a scrivere perché la situazione si è evoluta…in negativo! è da qualche settimana che ci siamo trovati a frequentare corsi con pochissime persone, dove ogni cosa che dico si intromette, quando mi parla è solo per criticare…insomma, negatività allo stato puro!
    Quello che sto facendo è evitare di salutarlo se proprio non lo fa lui, rispondere senza rivelare informazioni personali, evitato nel modo più assoluto…MA (e c’è sempre, il ma :-P) questa persona mi cerca, mi accompagna apposta per un tratto di strada, quando parlo interviene…me la trovo sempre incollata, e stiamo iniziando a frequentare persone in comune!! L’idea di trovare un giro di amicizia con questa persona mi fa davvero impazzire…pensavo di fare un giro di vite ulteriore al rapporto, voi che ne dite? Avendo un rapporto necessario con poche persone, lui compresa, come dovrei comportarmi? Ho notato che essere indifferente non cambia la situazione, anzi, pare che ci provi gusto a stuzzicarmi…sono veramente disperato e non so più che carte giocare…rischio di trovarmi a frequentare questa persona forzatamente ancora per anni….

  35. ele's Gravatar ele
    22 novembre 2013    

    Ciao ..sono una ragazza di 32 anni, sposata e vivo accanto a mia suocera… faccio la parrucchiera e una delle mie clienti è la badante della cugina di mia suocera .. ultimamente ho fatto delle maches a questa ragazza e mia suocera è venuta da me dicendomi che non era rimasta contenta del lavoro. Io purtroppo sono una ragazza ansiosa e tengo molto al mio lavoro e sono andata personalmente dalla ragazza per sapere se era rimasta contenta. La ragazza mi ha risposto che si era trovata benissimo che a mia suocera aveva detto che sono bravissima che al massimo la prossima volte li avremmo fatti più chiari… non è la prima volta che mia suocera viene a riferirmi solo cose negative, senza dirmi quelle positive e gli apprezzamenti delle persone ,soprattutto per quanto riguarda il mio lavoro.Come devo fare per non farmi prendere dall’ansia e fregarmene dei suoi pettegolezzi? Grazie aspetto tua risposta

  36. 22 novembre 2013    

    Ciao Ele, grazie per la tua condivisione :)

    A costo di essere ripetitivo ti consiglio di allenarti a vivere sempre di più il momento dell’adesso.

    Dandoti una risposta terra terra prova a chiederti: “perchè mi interessano i suoi pettegolezzi?” “cosa mi vuole insegnare?” ecc…

    Fatti domande per scavare dentro di te e superare il blocco che hai attualmente e vedrai che le cose migliorano…

    Il trucco sono sempre le nostre domande interne… la nostra vocina bella e brutta :)

    Questa è la direzione da prendere!

  37. yle's Gravatar yle
    5 dicembre 2013    

    Ciao…sto impazzendo giá da ieri e vorrei tanto una mano anch’io da te…..ho un problema (se cosi si puo definire ) in casa nel senso che ho una sorella disabile che amo molto.sto da tre anni con un ragazzo meraviglioso che amo alla follia e con cui vorrei condividere il resto della vita.Una sera ero a cena da i genitori di lui e parlando del piu e del meno é uscito fuori un discorso del cavolo:il padre del mio ragazzo ha detto, se mi dovessi trovare in una situazione come la tua sorella non rianimatemi voglio morire!!! Siamo rimasti tutti di stucco e io per portare rispetto nn sono stata buona a rispondere.Ieri ho scoperto invece che lui avrebbe detto un anno fa che a suo figlio aspettava una vita di merda perchè secondo il suo cervello malato lo vorrei sposare apposta x non so magari non rimanere sola io! Nn so perché abbia tirato fuori una cattiveria del genere….credetemi sto male e non so se dirlo a lui oppure no!! Non sa niente e credo che si arrabbierebbe molto perché lui queste cose non le tollera e premetto che ho 23 anni e che giá questi discorsi (come lo sai vero che un oggi o domani mia sorella fará parte della nostra vita li conosceva) ti prego aiutami perché sto provando un odio insopportabile verso di lui….grazie

  38. 5 dicembre 2013    

    Ciao Yle!
    Ho letto bene ma non riesco a capire bene tutto.
    Qui ti risponderò come posso in base agli elementi, poi se vuoi, dato che son argomenti delicati, possiamo sentirci anche su face, mi trovi facilmente :)

    1. sarebbe da capire tua sorella com’è disabile, ci sono varie forme e penso sia un particolare importante in modo da capire il discorso del padre del tuo ragazzo.

    Tu sei stata buona e non hai detto nulla giusto?!!

    Non capisco cosa c’entri tu con volerti sposare perchè non rimani sola, forse pensa che anche tu nel futuro diventi disabile? (perdona le domande ma ci sono punti non chiari).

    Il problema di fondo è tua sorella, suo papà ha paura che se vi sposate il tuo findaznato dovrà accudire anche tua sorella oltre a stare con te?

    Se è così, il problema non sussiste perchè penso che il tuo ragazzo sia molto intelligente da ragionare con la sua testa e i suoi sentimenti verso di te.

    ps: sei arrabbiata verso il padre immagino… se è così dovresti prima parlarne tranquillamente con il tuo ragazzo e e, in base a come va la chiaccherata, parlarne con il padre con o senza il tuo ragazzo (o lo fate assieme o lo fai te da sola).

  39. yle's Gravatar yle
    5 dicembre 2013    

    Scusami se non sono stata chiara…é che sono appunto argomenti delicati e ho scritto anche con la rabbia che avevo.mia sorella é nata cosi…in pratica non cammina e non parla ma si fa capire benissimo….il mio ragazzo é affezionato a lei giustamente capisce il suo disagio!!!suo padre evidentemente crede che a me piacerebbe sposare suo figlio per fagli passare una vita del cavolo poiché io in futuro avró da accudire anche mia sorella….spero di averti fatto capire un po meglio la situazione!! Voglio parlare con il mio ragazzo di questa cosa perché lui non la sa ma allo stesso tempo ho paura che ci rimane troppo male….

  40. yle's Gravatar yle
    5 dicembre 2013    

    Non gli ho risposto perché li per li ci sono rimasta malissimo…..e per giunta quando lui ha detto che faró passare una vita di merda al su figliolo io non c’ero me lo ha raccontato la fidanzata di suo fratello (diciamo la cognata) ma io le credo perché anche se non é stato cosi palese con me poco ci mancava…nel senso che qualche battutina come quella sera a cena, me l’aveva gia rifatte!! Ho un rancore dentro e una voglia di spaccare tutto che nemmeno te lo immagini….help me

  41. 5 dicembre 2013    

    @Yle, molto più chiaro, bè la tua situazione è buona, nel senso…
    il tuo ragazzo non ha problemi, anzi è anche dalla tua parte.

    parlane con tranquillità con il tuo ragazzo e poi vedete come fare per parlarne con
    suo papà, sicuramente migliorerà la tua situazione.

    Ps. poi prova ad utilizzare metodi per rilasciare l’energia di rabbia…
    alla fine fa male solo a te perchè sei tu che provi rabbia.

    Di modi ce ne sono tanti, se vuoi chiedi pure :)

  42. Luna's Gravatar Luna
    29 maggio 2014    

    Ciao a tutti!
    Ho letto con interesse questo articolo e i relativi commenti, e vorrei chiedere un consiglio anch’io.
    Sono una studentessa universitaria. Abito in un condominio di case a schiera e in fianco a me e alla mia famiglia abita una coppia di mezza età con il loro cane. Tutti in paese le descrivono come persone negative, soprattutto la moglie. Nonostante ciò li abbiamo sempre aiutati.
    Un giorno ho sentito questa vicina che, chiacchierando con un’altra vicina, insultava pesantemente il figlio disabile di una terza vicina, perché sgrida il suo cane. Visto che anche lei li ha aiutati e che con la sua famiglia ho un ottimo rapporto, gliel’ho riferito. La seconda vicina, quella che ha ascoltato gli insulti, ha negato di averli sentiti. Ma la terza, quella a cui li ho riferiti, crede a me e non alla prima vicina, quella negativa, che, come c’era da aspettarsi, ha negato e mi ha dato della “sorda”, parlandomi con aggressività, prepotenza e arroganza.
    All’improvviso però la prima vicina ha voluto fare pace con me e ora pretende che vada con lei dalla terza per chiederle scusa, assumendoci entrambe la colpa dell’accaduto per metà (anche se non ho ancora capito quale sarebbe la sua metà, visto che vuole che io dica di aver capito male…). La terza vicina mi ha detto di non abbassarsi a questo livello e che non le interessano le false scuse della prima.
    Inoltre questa prima vicina ha anche ricevuto una lettera anonima piuttosto pesante. L’ha fatta leggere a tutto il condominio, chiedendo spiegazioni su chi gliel’ha mandata. Ora è convinta che sia stata io e ha detto che è già andata dai carabinieri a denunciarmi per diffamazione. Io non sono ancora stata contattata dai carabinieri e sto tranquilla perché non gliel’ho mandata io.
    Come dovrei comportarmi io adesso?
    Tra l’altro la settimana prossima ho due esami importanti…
    Per favore, rispondetemi. Grazie.

  43. 29 maggio 2014    

    Ciao Luna. Grazie mille per il tuo commento :)

    Io ho trovato molto utile pormi questa domanda: sono affari di chi quello che fa, dice o pensa?
    Miei o suoi?

    Io sono responsabile di quello che dico, faccio e non come reagiscono gli altri.

    Poi ci sarebbe da fare un lavoro su sè stessi importante.

    Entra dentro di te, ti è capitato almeno una volta nella vita di essere come quella persona che ti da fastidio?

    ogni persona ci da la possibilità di scoprire cose di noi per essere liberi interiormente.

    Non è la vicina il problema, sono i tuoi pensieri e la storia che hai su di lei il problema, sempre.

    Anche io faccio fatica a capirlo spesso.. :)

  44. Matteo's Gravatar Matteo
    19 giugno 2014    

    Ciao!
    Io sto vivendo una situazione del genere in casa,con mia madre!
    Non riesco più a gestire la situazione perchè le lamentele ci sono 24h su 24h!
    Ogni cosa che faccio,dico o vorrei fare automaticamente è sbagliata e usa ogni tipo di scusa per avere ragione (anche usando argomenti che non centrano nulla)!
    Cosa posso fare?esistono dei numeri verdi?

  45. 20 giugno 2014    

    ciao matteo!
    di numeri non lo so, prova a vedere su google.

    Per il tuo caso cerca di stare meno a contatto possibile e ti suggerirei di indagare i tuoi pensieri per comprenderli, ti aiuteranno a capire di più chi sei… e la consapevolezza fa miracoli nella pace e calma interiore!

  46. Marta's Gravatar Marta
    21 giugno 2014    

    Ciao a tutti! Ho bisogno del vostro aiuto per cortesia! Sto con un ragazzo da quasi 5 anni e quando siamo tranquilli va anche tutto bene: ridiamo scherziamo e stiamo bene. Se sbaglio qualcosa anche per niente importante però lui si altera e mi dice l’iverosimile! E’ molto negativo, invidioso (se a qualche suo amico viene riconosciuto qualcosa più che a lui ad esempio si altera ma non con lui, ne parla dopo con me), prepotente (vuole sempre avere ragione) e iper-mega orgolioso (tiene il broncio e non fà quasi mai pace per primo con me)! Purtroppo il suo carattere l’ha preso da suo padre con cui vive e con cui passa l’80% della giornata. Appena torna a casa da lavoro il padre lo tempesta quasi sempre di parole per un nonnulla, per cose di cui non bisognerebbe neanche arrabbiarsi! Io sono tranquillissima, ho sempre il sorriso e sono amichevole con tutti e molto ma molto difficilmente mi arrabbio. Non voglio arrivare a lasciarlo, piuttosto vorrei cambiare il suo carattere o meglio migliorarlo. Ho provato a parlarne con il mio ragazzo ma non cambia nulla nel senso che stà naturalmente nella sua posizione dicendo che non riesce a cambiare e che è così. Purtroppo sta perdendo anche tutti gli amici per colpa di questo suo caratteraccio! Cosa posso fare?? Sono disperata! Vorrei portarlo via da quella casa che lo ha reso così ma purtroppo non abbiamo ancora abbastanza soldi! Grazie in anticipo delle risposte!

  47. 23 giugno 2014    

    ciao marta!

    rispondo volentieri alla tua richiesta segnalandoti in primis il libro di byron katie “ho bisogno del tuo amore – è vero?” che parla proprio di relazioni in generale e di coppia.

    Poi personalmente ti direi di cercare di evitare di volerlo cambiare ma di focalizzarti su quello che puoi fare tu al 100% e che NON riguarda l’esterno: come posso comportarmi IO diversamente? Perchè mi arrabbio? Cosa voglio ottenere con questo mio comportamento? Posso ottenerlo in maniera differente?

    Ecc ecc… penso di essermi fatto capire. Tutto parte da dentro di noi, l’esterno è uno specchio.

    fammi sapere

    grazie mille

    Manuel

  1. Negatività, ecco come proteggerti | Crescita-Personale.org on 5 novembre 2013 at 11:40
  2. Quanto influenza la negatività in una relazione? | Seduzione oggi on 7 dicembre 2013 at 11:21

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>